Thursday, January 05, 2006

Tanto per gradire, una poesia del Belli...



Er giorno der giudizzio

Cuattro angioloni co le trombe in bocca
se metteranno uno pe ccantone
a ssonà : poi co ttanto de voscione
cominceranno a ddí : ffora a cchi ttocca.
Allora vierà ssù una filastrocca
de schertri da la terra a ppecorone,
per ripijjà ffigura de perzone,
come purcini attorno de la bbiocca.

E sta bbiocca sarà ddio bbenedetto,
che ne farà du' parte, bbianca, e nnera :
una pe annà in cantina, una sur tetto.

All'urtimo usscirà 'na sonajjera
d'Angioli, e, ccome si ss'annassi a lletto,
smorzeranno li lumi, e bbona sera..

3 Comments:

Anonymous marcoregina said...

l'ho veramente gradita.... grazie non me lo sarei mai aspettato.

1/06/2006 4:55 AM  
Blogger andrea spada said...

E' una poesia molto Belli.

1/06/2006 9:27 AM  
Blogger Touchskies said...

prego, non c'è di che...

1/07/2006 6:09 PM  

Post a Comment

Subscribe to Post Comments [Atom]

Links to this post:

Create a Link

<< Home